Materie dei 3 anni

COUNSELOR OLISTICO FAMILIARE E DELL’ETÀ EVOLUTIVA

  1. PSICOSOMATICA E CARATTEROLOGIA
    1. SALUTE E MALATTIA. IL CORPO PARLA. LE FERITE INTERIORI, LE DIFESE, LE MASCHERE, LE PROIEZIONI E LE DIPENDENZE.
      Consapevolezza del messaggio della malattia e delle strutture della Personalità.
    2. IL LINGUAGGIO EMOTIVO E MENTALE. L’EGO, IL SÉ SUPERIORE ED IL SÉ INFERIORE.
      Consapevolezza dei blocchi energetici e della capacità di scelta.
    3. IL LINGUAGGIO SIMBOLICO, MITICO E FIABESCO. LA STORIA PERSONALE.
      Capacità di ampliare la propria comprensione a livelli familiari e sociali. Consapevolezza di poter cambiare le dinamiche dentro e fuori di noi.
  2. PSICOENERGETICA
    1. RAGIONE, VOLONTÀ ED EMOZIONI. DISTORSIONI ENERGETICHE. SIAMO ESSERI MULTIDIMENSIONALI.
      Capacità di auto-osservarsi e osservare senza giudizio.
    2. L’ATTENZIONE E LA FOCALIZZAZIONE. IL POTERE DELL’INTENZIONE. CO-CREARE LA NOSTRA VITA.
      Capacità di interagire a livello sottile con noi stessi egli altri in modo nuovo.
    3. DINAMICHE ENERGETICHE PERSONALI E DI GRUPPO. LE COSTELLAZIONI FAMILIARI.
      Capacità di interagire e facilitare dinamiche con più interlocutori.
  3. COUNSELING RELAZIONALE – Psicologia dinamica
    1. CONOSCENZA TEORICA DELLE TRE LEGGI FONDAMENTALI: LEGGE DELLA POLARITÀ, LEGGE DELLA RISONANZA, LEGGE DELLA METAMORFOSI.
      Appropriarsi degli strumenti di sostegno e aiuto fondamentali nella relazione di counseling.
    2. APPLICAZIONE PRATICA DELLE LEGGI: ESERCITARSI A RICONOSCERLE ALL’INTERNO DELLA RELAZIONE DEL COUNSELING.
      Sostenere il cliente e condurlo al superamento del conflitto con se stesso e con il mondo aiutandolo a scoprire nuove risorse personali e nuovi equilibri.
    3. RICONOSCERLE NELL’ESPERIENZA ALTRUI PER POTER AIUTARE.
      Risvegliare nel cliente il desiderio di vivere la propria vita come una vita di trasformazione e metamorfosi continue. La paura del cambiamento è infatti il più grande ostacolo generatore di conflitti nell’anima umana.
  4. COUNSELING RELAZIONALE – Psicologia di Gruppo
    1. CONOSCENZA TEORICA DELLA MATERIA.
      Imparare a condurre una conversazione affinché le parole ed i contenuti siano nutrimento per il cliente, fonte di cambiamento e di nuovi impulsi.
    2. ESPERIENZA DI ARTE SOCIALE TRA I PARTECIPANTI E CONOSCENZA DI MODELLI CULTURALI, POLITICI E COMUNITARI NUOVI.
      Insegnare a risolvere i conflitti di relazione attraverso nuovi approcci di dialogo e a gestire il gioco delle proiezioni sempre in atto nelle relazioni sociali.
    3. PRATICA ED ESERCITAZIONE DI FORMAZIONE E DIREZIONE DI GRUPPI CON DIVERSE FINALITA’ (DI SCOPO, DI CONOSCENZA, ARTISTICI, ECC.)
      Insegnare a gestire gruppi operativi e finalizzati a realizzare obiettivi comuni in modo ottimale e costruttivo.
  5. COUNSELING FAMILIARE
    1. ESPLORARE I LEGAMI DI SANGUE ALLA LUCE DELLE LEGGI DEL DESTINO E DI EREDITARIETA’. OSSERVARE I MEMBRI DELLA PROPRIA COSTELLAZIONE COME GRUPPO UMANO CHE PRESENTA TEMI COMUNI, CARATTERISTICHE CARATTERIALI SIMILI E RICERCHE DI SIGNIFICATI ESISTENZIALI CHE PASSANO ATTRAVERSO CIASCUN MEMBRO DELLA FAMIGLIA COME UNA CORRENTE INVISIBILE.
      Imparare a costruire la mappa familiare del soggetto consultante.
    2. L’ATTENZIONE FONDAMENTALE VERRA’ POSTA IN PARTICOLARE SULLA COMPONENTE MASCHILE E FEMMINILE DI CIASCUN ESSERE UMANO CHE PASSA ATTRAVERSO L’INTROIEZIONE DELLA FIGURA PATERNA E MATERNA.
      Discernere le pulsioni del gruppo di appartenenza dagli impulsi più individuati del soggetto.
    3. I TEMI SARANNO RIPRESI E AFFRONTATI ATTRAVERSO WORKSHOP E LABORATORI PRATICI ALLO SCOPO DI ATTIVARE IL LATO EMOTIVO PROFONDO DEIPARTECIPANTI E IMPARARE A RICONOSCERLO.
      Liberare la persona da schemi e modelli inibenti che sono attivi a livello inconscio e bloccano la libera espressione dell’individualità.
  6. COUNSELING DELL’ETA’ EVOLUTIVA
    1. EMBRIOGENESI E CONOSCENZA DELLE TAPPE EVOLUTIVE DELL’ESSERE UMANO.
      Conoscere gli stati d’animo ed i bisogni di ogni tappa evolutiva dell’essere umano in divenire, imparare a dare senso all’atto educativo.
    2. DAL PENSIERO MAGICO AL PENSIERO RAZIONALE: GLI STADI EVOLUTIVI DELLA COSCIENZA DALL’INFANZIA ALL’ETA’ ADULTA.
      Comprendere i disagi e le crisi dei ragazzi e risolverli donando loro il giusto nutrimento.
    3. RISANARE LA RELAZIONE EDUCATIVA ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DEI REALI BISOGNI DEL FANCIULLO O DEL RAGAZZO.
      Arricchire attraverso una sana educazione l’anima e il potenziale di ciascun essere umano.
  7. COUNSELING TRANSPERSONALE
    1. OGNI CULTURA HA ELABORATO RITUALI E TECNICHE PER PROVOCARE ED INCORAGGIARE LA CRESCITA SPIRITUALE. LA DIMENSIONE SPIRITUALE DELLA PSICHE UMANA.
      Sviluppo personale spirituale come capacità innata evolutiva in tutti gli esseri umani.
    2. MEDITAZIONE E VISUALIZZAZIONE, RITUALI SCIAMANICI UNIVERSALI, COME STRUMENTI DI SCOPERTA INTERIORE E CRESCITA PERSONALE. RITORNO ALL’AUTENTICITÀ.
      Un’ampia finestra nell’inconscio e l’emersione dei suoi contenuti.
    3. STATI STRAORDINARI DI COSCIENZA E REGNI ARCHETIPICI, PATRIMONIO DI TUTTA L’UMANITÀ.
      Trasformazione benefica e potenziale interiore di auto-guarigione per migliorare la nostra vita e quella degli altri. Una via oltre i limiti della Personalità.
  8. COUNSELING SISTEMICO E GESTALT
    1. COLLOQUI DI COUNSELING: IL PROBLEMA NEL SUO CONTESTO; DAL GENERALE AL PARTICOLARE; SENTIRE, PENSARE, IMMAGINARE; OBIETTIVO DI CAMBIAMENTO; SCELTA RESPONSABILE.
      Capacità di rapportarsi in modo etico e professionale con l’interlocutore. Capacità di aiutare l’altro ad aiutarsi.
    2. L’ARTE DELLA RELAZIONE DI AIUTO: COUNSELING E SCRITTURA.
      Scrivere improvvisando, lasciando fluire il sentire e l’immaginare, per poi dare ordine a quel sentire e a quell’immaginare, per avere una visione più chiara di ciò che si desidera.
    3. ENNEAGRAMMA E STRUTTURA CARATTERIALE
      I nove caratteri del sentire, pensare, agire per una migliore qualità delle relazioni.
  9. PSICOLOGIA GENERALE
    1. DAI PRIMORDI DELLA PSICOLOGIA NEL SECOLO SEDICESIMO FINO A FREUD E LA SCOPERTA DELL’INCONSCIO.
    2. FREUD, JUNG E ADLER: SIMILITUDINI E DIFFERENZE FONDAMENTALI.
    3. LE NUOVE FRONTIERE DELLA PSICOLOGIA: LA PSICOLOGIA TRANSPERSONALE.
      Ogni anno approfondisce la storia della psicanalisi e della psicologia nel cui ambito si colloca anche la figura del Counselor (definizione che ha introdotto Rogers).
  10. COUNSELING INTEGRATIVO
    1. IL CLIENTE È IL CENTRO: USO DI DIVERSI METODI NEI VARI STADI DELLE SESSIONI/INCONTRI D’AIUTO. INCORPORARE IDEE E STRATEGIE DA VARIE CONOSCENZE E METTERLE IN PRATICA CONSAPEVOLMENTE.
      Integrazione consapevole degli aspetti della personalità con varie tecniche e renderle coesive.
    2. LA LIBERTÀ E LA SCELTA CONSAPEVOLE. L’APERTURA DEL CUORE E L’ACCETTAZIONE DELL’IGNOTO. NON AVERE “AGENDE”.
      Incontrare il cliente dove è, qui ed ora, usando diverse strategie/metodi che si reputano più efficaci, integrandole/i creativamente, per facilitarne la trasformazione consapevole e il benessere psicofisico.
    3. RICONOSCERE I PROPRI TALENTI ED I PROPRI LIMITI.SCEGLIERE TRA I VARI METODI QUELLI CHE PIÙ SENTIAMO “NOSTRI” E SVILUPPARLI CREATIVAMENTE E CONSAPEVOLMENTE.
      Riconoscere i bisogni immediati ed individuali del cliente e lavorare al meglio delle nostre possibilità, conoscenze e preferenze come Counselor Olistici.
  11. BIOGRAFIA UMANA
    1. IMPARARE A LEGGERE LA BIOGRAFIA UMANA CONOSCENDONE LE LEGGI E I RITMI COSMICI E TERRESTRI.
    2. LA VITA E’ LA NOSTRA FIABA E LA NOSTRA VIA INIZIATICA, ESEMPI DI BIOGRAFIE CELEBRI ALLO SCOPO DI IMPARARE A RICONOSCERE LE LEGGI E LE CORRISPONDENZE.
    3. LA STRUTTURA DELLA BIOGRAFIA SARA’ AFFRONTATA SECONDO I SUOI PILASTRI FONDAMENTALI: L’AMORE E LE RELAZIONI UMANE, LA PROFESSIONE E LA REALIZZAZIONE DELL’ESSERE.
      Ogni anno si impara a collocare il Cliente a seconda della sua età all’interno di uno schema conoscitivo che permette di comprendere subito le sfide che sta vivendo e le risonanze con altri periodi della sua vita. Richiamando altri momenti e passaggi della sua vita relativi all’infanzia o alla prima giovinezza si allarga losguardo terapeutico sulla crisi o il disagio che sta vivendo il Cliente.
  12. CONSAPEVOLEZZA DI SE’
    1. LA VIA DEL GUERRIERO: LA SCELTA DI CONOSCERE SE STESSI.
      Assumersi la responsabilità della propria vita.
    2. ATTENZIONE, DISCIPLINA E INTEGRITÀ.
      Capacità di esprimere la propria verità.
    3. INTENZIONE E TRASFORMAZIONE
      Capacità di autoguarigione.
  13. LE NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA
    1. NUOVE SCOPERTE RIGUARDANTI L’ORIGINE DELLA NOSTRA SPECIE, LA CIVILTA’ UMANA E I DETTAGLI DEL NOSTRO PASSATO. EPIGENETICA E LE NUOVE SCOPERTE RIGUARDANTI LE CELLULE UMANE. FONDAMENTI SCIENTIFICI DELLA RELAZIONE MENTE-CORPO.
      Consapevolezza dei nuovi concetti riferiti alla vita, al mondo in cui viviamo e al corpo umano.
    2. LE EMOZIONI. ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELLO STRESS. RUOLO DEL CORPO NEL SUPERAMENTO DEI TRAUMI.
      Consapevolezza della comunicazione bidirezionale fra corpo e mente.
    3. MODULAZIONE DEL NETWORK UMANO. NUOVE IDEE PER VECCHIE MALATTIE.
      Consapevolezza della reciproca relazione fra organismo e ambiente fisico e sociale.
  14. ETICA E DEONTOLOGIA
    1. FILOSOFIA DELLA MORALE E TEORIA DEI DOVERI.
      Conoscenza.
    2. ETICA PERSONALE
      Consapevolezza.
    3. IMPEGNO ETICO PROFESSIONALE NEL COUNSELING.
      Responsabilità.
  15. PRATICA PROFESSIONALE – COUNSELING
    1. ESERCITAZIONI SULLA TECNICA SCELTA.
      Capacità di utilizzo della tecnica scelta.
    2. FACILITAZIONE.
      Capacità di facilitazione.
    3. COUNSELING.
      Capacità di Counseling.
  16. SUPERVISIONE e COUNSELING
    1. COSA E’ LA SUPERVISIONE E A COSA SERVE.
      La responsabilità consapevole verso noi stessi e gli altri.
    2. ESERCITAZIONI PRATICHE.
      Superare consapevolmente i propri limiti trasformandoli in strumenti.
    3. ESERCITAZIONI PRATICHE.
      Arrendersi con fiducia alle infinite potenzialità del Vuoto come Fonte di Creatività consapevole.